D.lgs. 62/2017 - Solo testo

I docenti incaricati dell'insegnamento della religione cattolica e delle attività alternative a tale insegnamento partecipano alla valutazione periodica e finale degli alunni che si avvalgono dei suddetti insegnamenti

La valutazione periodica e finale nelle scuole del primo ciclo è espressa con voto in decimi

Ai fini della validità dell'anno scolastico per l'ammissione alla classe successiva degli alunni di scuola secondaria di primo grado è richiesta la frequenza di almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato

Ai fini della validità dell'anno scolastico nella scuola secondaria di primo grado, è richiesta all'alunno la frequenza di almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, fatte salve motivate deroghe a tale limite

Le prove nazionali sugli apprendimenti degli alunni della scuola secondaria di primo grado accertano i livelli generali e specifici di apprendimento conseguiti in italiano, matematica e inglese

L'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione è costituito da tre prove scritte e un colloquio

La certificazione delle competenze è rilasciata al termine della scuola primaria e del primo ciclo di istruzione

L'accesso all'esame di idoneità alla classe seconda di scuola primaria è consentito a coloro che abbiano compiuto o compiano sei anni di età entro il 31 dicembre dell'anno scolastico in cui sostengono l'esame

L'attestato di credito formativo è rilasciato agli alunni con disabilità che non si presentano agli esami di Stato conclusivi del primo ciclo di istruzione

Nel diploma finale rilasciato agli alunni con disabilità al termine degli esami del primo ciclo non si fa menzione delle modalità di svolgimento e di differenziazione delle prove

Per la partecipazione degli alunni con disabilità alle prove standardizzate l consiglio di classe o i docenti contitolari della classe possono prevedere adeguate misure compensative o dispensative e, ove non fossero sufficienti, predisporre specifici adattamenti della prova ovvero l'esonero della prova

L'attestato di credito formativo rilasciato al termine del primo ciclo di istruzione è titolo per l'iscrizione e la frequenza della scuola secondaria di secondo grado o dei corsi di istruzione e formazione professionale, ai soli fini del riconoscimento di ulteriori crediti formativi

Le prove differenziate sostenute dagli alunni con disabilità durante l'esame di Stato conclusivo del primo ciclo hanno valore equivalente ai fini del superamento dell'esame e del conseguimento del diploma finale

Possono essere inclusi nell'elenco regionale dei presidenti di commissione dell'esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione i dirigenti scolastici, nonché i docenti di scuola secondaria di secondo grado

La seconda prova nell'ambito dell'esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione ha forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo/esecutiva musicale e coreutica

Gli studenti con disturbo specifico di apprendimento esonerati dall'insegnamento delle lingue straniere, sostengono l'esame conclusivo del secondo ciclo di istruzione ai soli fini del rilascio dell'attestato di credito formativo

I genitori degli alunni sono tenuti a presentare annualmente la comunicazione preventiva al Dirigente Scolastico del territorio di residenza

Le attività relative allo svolgimento delle rilevazioni nazionali costituisce attività ordinarie di istituto per le scuole di ogni ordine e grado

La valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli alunni delle scuole del primo ciclo è periodica e annuale

Gli esiti finali degli esami sono resi pubblici mediante affissione all'albo della scuola

La valutazione dell'insegnamento di religione cattolica nel primo ciclo di istruzione viene riportata in una speciale nota